Descrizione del viaggio

Giorno 1: Start e informazioni

Ritrovo alle 17.00 a Gunnerud, dove verrà consegnata l'attrezzatura ordinata per l'escursione di 7 giorni. Vi spiegheremo come costruire la zattera, oltre a fornirvi informazioni sulla discesa del fiume e sul diritto di pubblico accesso. Durante l'escursione, il vostro mezzo di trasporto potrà restare parcheggiato qui. Primo pernottamento in tenda, presso il punto di ritrovo.

Giorno 2: Al mattino

Al mattino (alle 8 circa), vi porteremo in autobus alla base di partenza di Branäsäng, circa 100 km a nord di Gunnerud (se avete optato per 50 km anziché 100 km e siete in automobile, ci seguirete con il vostro mezzo fino a Björkebo, punto di arrivo dell'escursione di 50km. Da Björkebo vi porteremo noi a Branäsäng).

Giorno 2: Sulla spiaggia

Sulla spiaggia troverete i tronchi di 3 m e le funi che vi serviranno per costruire una zattera resistente. Farete rotolare/trasporterete i tronchi fino al fiume, poi costruirete la zattera direttamente in acqua, perché quando è finita, pesa dalle 1,5 alle 2 tonnellate. Un esperto istruttore sarà a vostra disposizione al campo.

Giorno 2: Sulla spiaggia/Partenza

Dovrete essere almeno 2 adulti, ma ogni zattera potrà portare fino a 6 persone. La costruzione e la guida della zattera sul fiume richiedono un certo sforzo fisico, quindi è più facile, quando si è in tanti. Nel pomeriggio, sarete pronti per il varo. Per i prossimi giorni, la vostra casa sarà una zattera da 18 mq (se siete solo in due, potete anche decidere di realizzare una zattera più piccola, da 9 mq). Vi consigliamo di noleggiare anche una canoa: potrebbe tornarvi utile per agevolare l'approdo per la notte oppure per andare in qualche negozietto di campagna e fare provviste.

 

Giorno 2-8: Pernottamento

Pernotterete in tenda, a bordo della zattera saldamente ancorata a terra, oppure direttamente a terra, nel punto che vi sembra più adatto. Lungo il percorso incontrerete anche cinque campeggi (tre dei quali relativamente vicini). Potrete anche decidere di trascorrere una o più notti in campeggio, sempre in tenda oppure in un cottage.

Giorno 2-8: Sfide durante il viaggio

I tranquilli meandri del Klarälven sono straordinari. Sulla vostra zattera, lasciandovi trasportare dalle acque da un anfratto all'altro, vi sentirete in perfetta sintonia con la natura. Il Klarälven è incredibilmente ricco di sabbia: è pratica e piacevole quando si vuole fare un bagno, ma a volte può rappresentare una sfida. In alcuni punti si formano banchi di sabbia, a volte quasi a pelo d'acqua, impossibili da localizzare in anticipo. A meno che il livello idrometrico non sia elevato, è normale arenarsi in un banco di sabbia. Sassi e acque stagnanti sono altri esempi di sfide che potreste affrontare durante il percorso.

Giorno 2-8: Il fiume e gli animali

Siete spinti dalla corrente, a bordo di un mezzo di trasporto silenziosissimo. Potreste così avvicinarvi ad animali selvatici senza farvi scoprire. Ricordate che state percorrendo il Klarälvdalen, una valle popolata da secoli e dall'elevato valore culturale. Storicamente fertile per l'agricoltura, ancora oggi parte dell'area è destinata a coltivazioni e allevamento. L'animale selvatico che potreste incontrare più frequentemente è il castoro, che vive principalmente in acqua o vicino all'acqua. Un altro stravagante animaletto che trova il suo habitat sulle rive sabbiose del Klarälven è la cicindela marittima, uno scarafaggio in via di estinzione.

Giorno 2-8: Cena a base di pesce?

Molti amano cucinare il pesce che hanno pescato personalmente. Potete acquistare la licenza di pesca a Gunnerud e provare la fortuna all'amo, ma non contate di sfamarvi con il pesce di fiume per molti giorni. Vi consigliamo di usufruire dei piccoli negozi di campagna che incontrerete durante il percorso.

Giorno 8: Il viaggio si conclude

All'arrivo a Gunnerud (oppure Björkebo), smonterete la zattera e riconsegnerete l'attrezzatura noleggiata entro le 17.00.